Tag

, , , , , , , , ,

beaton-avaro67-piatta

Ho scoperto M.C. Beaton con i libri che narrano delle peripezie di Agatha Reisin, che ho sempre trovato piacevolissime, per quanto la protagonista possa essere macchinosa ed irritante. Adorabilmente insopportabile, una favola insomma. (Sì, va bene, mi ci ritrovo un po’ :/)

Ho quindi deciso di avventurarmi nella serie dedicata al 67 Clarges Street, iniziando con L’avaro di Myfair. La trama è vivace e scorrevole, le descrizione storiche accurate, lo stile impeccabile. Rievoca l’inizio del 1800, la stagione londinese in cui le fanciulle (e rispettive famiglie) del ton aprivano la caccia allo scapolo facoltoso per organizzare il matrimonio perfetto.

In questa avventura Fiona Sinclair non ha nobili natali, ma bellezza, astuzia e intelligenza e il supporto del personale del 67 di Clagers Street, una vera task force. Infatti tutti i libri sono incentrati sulla dimora e sui domestici che la gestiscono. Gli affituari per la stagione variano e loro restano i protagonisti indiscussi, con vicende alla Downton Abbey, ma più soft e più divertenti.

Consigliato, come tutti i libri di M.C. Beaton, per l’umorismo che la contraddistingue, per passare un pomeriggio piacevole, senza impegolarsi in storie troppo impegnate.

Annunci