Tag

, , , , , , , , ,

 

outlander  legami di sangue

Alla luce dell’eternità, il tempo non proietta ombre.

 

 

 

 

La Gabaldon non si smentisce mai. Intreccia i destini dei suoi personaggi senza scrupoli o pietà per i poveri lettori. Ma io la amo, visceralmente e tenacemente, quindi per raccapezzarmi ho riletto il libro precedente (Il prezzo della vittoria) prima di affrontare questo. E meno male, o mi sarei persa più e più volte.

Legami di sangue si divide tra il settecento in America, la guerra d’indipendenza che prosegue e vede Claire e Jemie in prima linea, anche se involontariamente, e la Scozia del ventesimo secolo dove Brianna e Roger stanno vivendo un nuovo dramma che porterà a risvolti inaspettati.

Il tema portante resta sempre l’amore tra Claire e Jamie, che per quanto scosso e strattonato non perde colpi, resta di una intensità bruciante, fa sognare. I risvolti psicologici mettono a nudo le paure di entrambi, le difficoltà rappresentate dal timore della perdita, la fiducia che vacilla ma resta incrollabile.

Per quanto mi riguarda, il libro è bello, ma incompleto. Infatti la seconda parte uscirà a luglio col titolo Prigioniero di nessuno. Continuo a non condividere il fatto che in Italia i libri della Gabaldon escano divisi in due parti, ma ringrazio il successo della serie tv (Outlander) che ci ha evitato un anno di aspettativa.

Nota di demerito alla Corbaccio, il testo è pieno di errori, pessimo editing, addirittura congiuntivi sbagliati. Una grande delusione da una casa editrice di tutto rispetto.

Annunci